“3 Couleurs” by Lydie Auvray e AUVRETTES Review by Alessandro Mugnoz.


“3 Couleurs”

Lydie Auvray e AUVRETTES…

Westpark Music (Köln, Germania) – 2012
22 giugno 2014

“3 Couleurs”

Con questo CD, dal titolo “3 Couleurs” (Tre colori), l’artista Lydia Auvray festeggia i suoi 35 anni di carriera, concretizzatasi attraverso centinaia di concerti, partecipazioni televisive e cinematografiche ed almeno una ventina di dischi come leader.

Fisarmonicista, cantante e compositrice francese, la Auvrey – da metà degli anni ’70 residente in Germania – è ben coadiuvata dal suo gruppo: “Auvrettes”; e l’evidente affiatamento è confermato dal fatto che tale formazione festeggia a sua volta il 30° di fondazione. I musicisti che collaborano con la fisarmonicista sono: Harald Heinl (drums), Eckes Malz (piano e percussion), Gigu Neutsch (bass) e Markus Tiedemann (guitars). Gli ultimi tre sono anche autori (o coautori) di sei dei 13 brani che compongono il programma del disco, il resto è tutto composto dalla Auvray.

Tre delle 13 tracce sono canzoni – piuttosto interessanti (soprattutto come testi) – interpretate, dalla stessa artista, in francese (nel booklet è disponibile anche il testo in tedesco). Particolarmente significativo il brano “Dis-moi grand-mère” (Dimmi nonna), dal contenuto ecologico e naturalista; non per nulla del pezzo è presente anche una seconda versione (Bonus track) cantata in duo con Cannelle Picot. L’altro ospite del disco è il violoncellista Ulrike Zavelberg.

Il programma abbraccia vari generi e quindi diverse atmosfere musicali, oltre alle canzoni sopra citate si possono ascoltare brani ispirati alle danze tradizionali – con il tango in primo piano – o di nostalgico sapore “varietée”, ma anche dei pezzi più moderni ritmicamente. In particlare ci sono sembrate efficaci le tracce 1. (“Et après”) e 7. (“Tarengo”).

In definitiva il CD ci offre una musica che potremmo definire “easy listening”, ovvero semplice ma ben confezionata e non banale, piacevole e interpretata con gusto; certo una musica di “evasione”… ma contenente dei messaggi da non sottovalutare, anzi da meditare!


Reviewed by Alessandro Mugnoz – June, 2014.

© 2018 Accordions Worldwide • All rights reserved. To comment on these pages, e-mail the webmaster.