CD Review


REGARDS

Lydie Auvray
Artist
01 Agosto 2007


REGARDS - LYDIE AUVRAY

Uno - perché condisce con discrete dosi di peperoncino senza però far scomparire i sapori.

Due - perché anche se non è principalmente “cantante” MA “fisarmonicista” canta belle canzoni.

Tre - perché quando meno te lo aspetti spunta fuori una versione di “Stairway to Heaven” di Zeppeliniana memoria che ne stempera la pesantezza mettendone in evidenza la delicatezza. Quattro - perché “Guinguette” è attraversata da una chitarra sghemba che qualcosa a Marc Ribot pur deve ( e ci piace).

Cinque - perché “Joschi” ci rapisce col suo cullante tempo dispari e la struggente melodia.

Sei - perché con il riff africano di “Regard” torna a splendere il sole.

Sette - perché dopo averlo ascoltato questo CD lascia in bocca un sapore gustoso, di quelli che vien voglia di rimetterlo nel lettore.

Otto - perché è un disco vario, che partendo dall’Europa attinge alle musiche del mondo senza essere banalmente oleografico.

Nove - perchè incastona la fisarmonica della leader nell’insieme del gruppo (detto per inciso, valido e nutrito) lasciando che a brillare siano le composizioni.

Dieci - perché non avevo assolutamente voglia di scrivere recensioni in questo momento – perché???? l’estate - il caldo – il mare …allora: chi lo vuole vedere il computer? – ma appena sentito il CD ho cambiato idea e sono qui che me lo canticchio tra me e me. Ecco, dieci perché possono bastare – ma sicuramente ce ne sono molto altri - per godersi una cinquantina di minuti di buona musica, in buona compagnia. E non è affatto poco.

Recensioni CD - Renato Belardinelli
© 2018 Accordions Worldwide • All rights reserved. To comment on these pages, e-mail the webmaster.