Accordions Worldwide Celebrity Interview, Hubert Gall, accordionist for the "KA" show Cirque du Soleil Las Vegas
Celebrity Interviews


"Celebrity Interview" a Hubert Gall fisarmonicista al "KA" show Cirque du Soleil Las Vegas.

Dopo l'ultima fiera NAMM di Los Angeles, Luigi Bruti, direttore marketing della Roland Europe ha incontrato Hubert Gall, il fisarmonicista del Cirque du Soleil "KA" a Las Vegas.

La Roland Europe ha realizzato una fisarmonica FR-2 con un colore speciale appositamente per la sua esibizione nel Cirque du Soleil e Luigi Bruti è stato invitato alla prima del nuovo spettacolo 2009.

Holda Paoletti-Kampl, Accordions Worldwide Europe Manager, ha avuto un intervista telefonica con Hubert e Luigi durante la sua permanenza a las Vegas..

The public does not see the musicians. We play inside the studio located 2 floors below the stage and we follow the show on a video screen.

Q: In quale regione della Francia siete nato?
A: Sono nato a Stasburgo, Alsazia nel Luglio 1957.

Q: A che età e perchè avete iniziato a suonare la fisarmonica?
A: Ho iniziato a 9 anni. I miei genitori adoravano ascoltarmi e sono naturalmente stato sedotto dal suono e dalle possibilità espressive di questo strumento.

Q: Chi è stato il vostro insegnante?
A: Ho avuto la fortuna di avere come insegnante Georges Bocchetti, un fisarmonicista incredibile di origine italiana. Suonava la fisarmonica come nessuno a quell'epoca, un incrocio tra i generi di Art van Damm e Richard Galliano.

Si dedicava solo all'insegnamento e non si mostrava più in pubblico. Mi ricordo che in alcune lezioni mi diceva: "oggi suono io e tu ascolti..." Che esperienza formidabile. Avevo l'impressione di ascoltare una big band. Ho anche potuto sviluppare il mio orecchio con una musica di fisarmonica differente da tutto quello che si suonava a quel tempo.

Luigi Bruti & Hubert Gall at the Las Vegas Red Rock mountain

Q: Avete partecipato a dei concorsi?
A: Ho ottenuto una coppa d'Europa a Bonn in Germania e due volte il campionato mondiale di SPA in Belgio (1972 e 1973).

Q: A parte la fisarmonica, avete un'altra formazione?
A: Sono stato alunno al conservatorio nazionale di Strasburgo. Siccome la fisarmonica non era accettata, ho imparato il contrabbasso acustico.

Q: Quale sono state le vostre prime prestazioni in pubblico?
A: A 11 anni, i miei genitori e il mio professore mi portavano a suonare qualche pezzo durante le feste e le manifestazioni culturali in Alsazia. Poi dall'età di 16 anni ho iniziato ad integrarmi in piccole orchestre di danza.

Q: Che genere di musica suonavi all'epoca?
A: In effetti i soli generi di musica di fisarmonica che il pubblico ascoltava in Alsazia era la musette e il folklore tedesco. Questi generi non mi attiravano e il pubblico non era pronto ad ascoltare una fisarmonica differente.

La maggioranza delle correnti musicali dell'epoca (jazz,Rock, Fusion, Pop) erano più portate a sperimentare i nuovi strumenti elettronici. La musica si indirizzava verso i nuovi suoni e si dimenticava della tradizione. La fisarmonica non aveva più il suo posto panorama musicale.

Luigi Bruti & Hubert Gall at the Las Vegas desert

Q: Avete continuato a suonare?
A: Bisogna ricordarsi che per la maggior parte dei fisarmonicisti della mia generazione, gli anni settanta e ottanta sono stati anni bui per la fisarmonica. Non accettata dai conservatori e sale di concerti, e rifiutata dal resto. Se non si suonava la musette, in Francia non si aveva praticamente alcun sbocco.

Mi sono dunque orientato verso gli organi elettronici e le tastiere che ho appreso da autodidatta. E' in quel momento che mi sono trasferito a Parigi e che ho iniziato la carriera da agente commerciale nella distribuzione di strumenti di musica per varie aziende. Suonavo le tastiere il fine settimana in serate private e nei matrimoni. Sono stato anche un cantante. Non suonavo praticamente più la fisarmonica.

Q: Quando siete diventato musicista professionista?
A: A metà dei miei 30 anni mi sono detto: " ho sempre voluto essere un musicista, ora o mai più."
Ho lasciato il commercio per dedicarmi solo alla musica.

Q: Qual era la vostra attività?
A: Per più di 10 anni ho suonato le tastiere nei piano bar, qualche seduta di studio, qualche apparizione televisiva come accompagnatore, crociere, musica da ballo...Ho anche accompagnato il cantante Demis Roussos. Suonavo la fisarmonica molto raramente. Ero un musicista alla ricerca di serate.

Q: Come sei arrivato a Las Vegas?
A: Fu l'incontro con una violinista del Quebec che diverrà la mia donna. Lei lavorava da qualche anno per lo spettacolo Mystère del Cirque du Soleil a Las Vegas. Per stare con lei ho lasciato tutto in Francia e sono partito con una valigia e la mia fisarmonica.

Q: Siete dunque ritornato alla fisarmonica?
A: Direi piuttosto che la fisarmonica è tornata da me. Al mio arrivo negli Stati Uniti non avevo il permesso di lavoro. Dunque, tutti i giorni mi esercitavo a casa con la fisarmonica. In quel momento si è operata una vera rivelazione, un ritorno alle origini.

E' questo lo strumento che amo, sono un fisarmonicista e questo non cambierà più. Ho dunque inviato un CD dimostrativo al Cirque du Soleil, essi mi hanno invitato per un'audizione. Allora avevano un nuovo spettacolo del circo in realizzazione a Las Vegas. E' uno spettacolo gigantesco la cui produzione costerà 200 milioni di dollari.

Il regista Rubert Lepage che ha lavorato con Peter Gabriel e Mark Fisher ideatori degli spettacoli dei Rolling Stones e degli U2 stavano per creare uno spettacolo utilizzando delle tecniche inedite in spettacoli dal vivo: scene girevoli, effetti speciali, effetti video, suono in 5D, arti marziali, ecc...E' la versione teatrale di un film fantastico.

Il compositore René Dupéré ha scritto un genere di musica da film con la fisarmonica. Ho fatto un'audizione specifica per questo spettacolo e sono stato ingaggiato.

Hubert Gall & Cirque du Soleil band at back stage

Q: Diteci un po' più di questo spettacolo?
A: Il nome dello spettacolo è KA. Si svolge al MGM Grand a Las Vegas, e noi suoniamo 2 volte al giorno, 5 giorni la settimana.

Il contratto con il casinò è di 10 anni e sono già 4 anni che lo spettacolo è in scena. Per far funzionare lo spettacolo occorrono 75 artisti (acrobati, attori musicisti) e 150 tecnici. Noi siamo 8 musicisti: 2 tastieristi, basso, batteria, chitarra, violoncello, fisarmonica e una cantante. Le parti orchestrali sinfoniche sono state campionate.

Il pubblico non vede i musicisti. Noi suoniamo dallo studio situato 2 piani sotto e seguiamo lo spettacolo su uno schermo video. Tuttavia faccio 2 apparizioni sulla scena.

Q: Che tipo di fisarmonica utilizzate?
A: All'inizio ho utilizzato una 4 voci accordata senza vibrazioni nello studio e una piccola 3 voci sulla scena. Poi mi hanno chiesto in più di suonare certe parti di tastiera. Ho deciso di suonarle attraverso il MIDI tramite la fisarmonica.

Ho dunque cercato uno strumento che riproducesse suoni acustici e che non si scordasse (le condizioni climatiche sono etreme nel Nevada ed anche il deserto contribuisce a rendere più complicato il lavoro degli accordatori) per i fisarmonicisti.

In più avevo bisogno di un controllore Midi performante e anche di bassi cromatici per suonare le parti di tastiera. Il mio interesse si è naturalmente concentrato sulla V-Accordion FR-7 di Roland.

The band on stage

Q: Com'è stato il passaggio dalla fisarmonica acustica alla digitale?
A: Mi piacerebbe raccontarvi un piccolo aneddoto. Sono andato alla NAMM show di Los Angeles per provare lo strumento, ma siccome non avevo il cartellino non sono potuto entrare. All'esterno dello stabile, tra la folla, mi è sembrato di riconoscere per puro caso Luigi Bruti della Roland.

Non ci conoscevamo, ma ho visto le sue demo con la V-Accordion su You Tube. Mi sono presentato, mi ha fatto entrare, ho provato la FR-7, in 5 minuti ne sono stato conquistato. Ho comprato lo strumento e dopo 3 mesi di adattamento e di programmazione ho iniziato a utilizzare la V-Accordion nello spettacolo.

Sono molto soddisfatto del suono e della manualità dello strumento.y it worked with the sound system and other instruments, and the human interface of the FR-7.

Q: Avete abbandonato l'acustica?
A: No, io continuerò a suonare anche strumenti acustici. L'acustica e la digitale sono complementari. Guardate quello che accade sul pianoforte. Grazie al digitale si è riutilizzato il pianoforte nei luoghi e per performance dove era sparito. E che dire di tutti i nuovi alunni che il digitale ha portato grazie al suo prezzo e alla facilità di trasporto e di manutenzione.

Sta accadendo la stessa cosa per la fisarmonica. Grazie al digitale si vedrà sempre di più la fisarmonica in nuovi contesti. Già si può sentire la fisarmonica nei concerti di Madonna e Paul McCartney. Per quel che mi riguarda, per lo spettacolo nel quale sono ingaggiato, con la FR-7 ho trovato lo strumento ideale: suoni di diverse fisarmoniche, senza bisogno di accordarla ogni 3 mesi, un controllore MIDI molto performante, bassi cromatici, facilità della sua amplificazione senza microfono.

Da poco utilizzo una FR-2 sulla scena. La Roland mi ha costruito un modello con un colore che si armonizza con il mio costume di scena. Ho lavorato sulla possibilità di suonare in scena con la fisarmonica, i moduli sonori si trovano 2 piani più bassi collegati attraverso un wireless MIDI.

Hubert Gall & Brian May from Queen

Q: Avete altri progetti musicali?
A: per ora sono molto felice di poter contribuire alla promozione dello strumento che suono. Suono ogni sera davanti a 4000 persone che non sono in special modo venute ad ascoltare un récital di fisarmonica.

Bisogna che la fisarmonica si mescoli ad altri strumenti e a diverse forme di spettacoli.

Continuerò a comunicare con la Roland mettendo a disposizione la mia esperienza sul campo utilizzando la V-Accordion così come suggerirò idee per futuri modelli. Mi auguro anche di trovare il tempo di scrivere dei miei brani, suonarli e registrarli in un album insieme ad altri musicisti.

Editor: You can read more about the manufacturing of the Roland accordions at A Roland is Born in Italy
© 2017 Accordions Worldwide • All rights reserved. To comment on these pages, e-mail the webmaster.